MARMI NOTA

PIETRA DI LUSERNA

L’attività di estrazione della Pietra di Luserna risale al 1183, quando l’Imperatore Federico Barbarossa concesse a chiunque il libero accesso alle cave purché se ne scoprissero di nuove. Secoli più tardi, a partire dal XVIII secolo, la Pietra di Luserna venne utilizzata per le sontuose dimore reali che all’epoca erano in fase di costruzione; nel 1800 invece la pietra fu impiegata come materiale di costruzione per la celebre Mole Antonelliana, simbolo della città di Torino, progettata da Alessandro Antonelli.Tuttavia, lo sviluppo della sua attività conobbe fasi alterne: inizialmente, la pietra venne impiegata solo a livello locale, interessando i comuni di Luserna San Giovanni, Rorà, Barge e Bagnolo Piemonte; a partire dal XIX secolo invece, con l’arrivo della ferrovia a Luserna e Bagnolo, il suo mercato a livello commerciale conobbe una importante fase espansiva: la pietra infatti si estese in tutto il Piemonte e raggiunse persino l’America Latina.

La pietra venne impiegata per la realizzazione di marciapiedi, balconi, coperture per tetti e scale ma quando nel XX secolo si inventarono nuovi materiali sintetici, l’attività di estrazione cadde in una profonda crisi. La ripresa fu possibile sia grazie alla commercializzazione di lastre irregolari a spacco naturale, utilizzate per le pavimentazioni a mosaico sia dopo l’introduzione di una nuova tecnica di taglio della pietra che consente di ottenere lastre di qualsiasi spessore, la tecnica della segagione.

La caratteristica di questa pietra sta nella sua fissilità, cioè la facilità a rompersi in sottili lastre e questo è reso possibile dalle sue stesse componenti che fanno della pietra di Luserna una roccia friabile. Essa si è creata da trasformazioni metamorfiche e strutturali, avvenute tra i 130 – 65 milioni di anni fa, di un’antica roccia magmatica e granitica; le sue componenti sono il Quarzo, K-feldspato, Albite, Fengite e altri minerali in quantità minore.


Le lastre di pietra lavorate presso il nostro laboratorio di Vado Ligure Savona diventano strutture decorative e complementari di edifici. Gli impieghi sono quanto mai vasti in edilizia: vanno infatti dalle pavimentazioni e dai rivestimenti, ravvivati dalle diverse lavorazioni o al naturale, agli elementi propriamente strutturali delle nostre case, quali ad esempio i davanzali, le mensole ed i balconi, all'arredo urbano, quali fioriere e panchine, all'arte funeraria.

Le foto dei materiali sono puramente indicative. Trattasi infatti di pietra naturale che è soggetta a variazioni di colore e di struttura.

Lastrame Luserna (mosaico - opera incerta)
DISPONIBILE IN BANCALI (da metri 40 per lo spessore 1/2 cm oppure da metri 25 per lo spessore 2/4 cm) OPPURE SFUSA
LASTRAME GRIGIO disponibile negli spessori 1/2 2/4 4/6 cm
LASTRAME GRIGIO GIGANTE disponibile spessore 6/8 cm
LASTRAME DORE
LASTRAME GRIGIO SCELTO
LASTRAME BLU disponibili negli spessore 1/2 e 2/4 cm

Cubetti in Pietra di Luserna
Disponibili nei seguenti spessore: 4/6 - 6/8 - 8/10 - 10/12

Pavimentazione in Pietra di Luserna a spacco - lati segati
disponibile nei seguenti formati - spessore cm 2/4 cm
15X31 - 20X40 - 25X50 - 30X30 - 30X50 - 30X60 - 40X40 - 40X60 - 50X50 - 60X60
Misure a correre 15 - 20 - 30 - 35 - 40 - 45 - 50 - 60 - 65 - 70 - 100
SCOZZESE e SCOZZESE (Pezzatura Grande)

Pavimenti in Pietra di Luserna a spacco
LATI TRANCIATI spessore cm 3/6
Misure a correre 10 - 15 - 20 - 25 - 30 - 35 - 40
LATI MARTELLINATI spessore 5/8
misure a correre 40 - 45 - 50 - 55 - 60

Binderi in Pietra di Luserna - lunghezza 10/30 cm
Larghezza: 10 cm - spessore: cm 8/10
Larghezza: 12 cm - spessore: cm 10/12
Larghezza: 15 cm - spessore: cm 10/12

Smolleri in Pietra di Luserna
4/6 per pavimentazioni peso 100 kg/mq
6/8 per pavimentazioni peso 170 kg/mq

Rivestimento in Pietra di Luserna
MISURE (spessore 2/4 cm) 15X31 - 20X40 - 50X25 - 30X60
SCOZZESE
Rivestimento a corr. per zoccolo altezza fino a 50
Rivestimento a corr. per zoccolo altezza fino da 50 a 70
Rivestimento a corr. per zoccolo altezza fino da 70 a 100
BUGNATO BLU